Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy and privacy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

SEDE ISTITUTO: via Ghizzi 5/a - 52043 - Castiglion Fiorentino (AR) - tel. 0575/ 658019 fax 0575/656919 - Email: aric819002@istruzione.it
Pec: aric819002@pec.istruzione.it

Domenica, 25 Giugno 2017 13:51

PNSD

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il Piano Nazionale Scuola Digitale è un documento pensato per guidare le scuole in un percorso di innovazione e digitalizzazione, come previsto nella riforma della Scuola dalla Legge 107/2015 "La Buona Scuola", che sarà attuato da qui al 2020. Il documento ha funzione di indirizzo; punta a introdurre le nuove tecnologie nelle scuole, a diffondere l’idea di apprendimento permanente ed estendere il concetto di scuola da luogo fisico a spazi di apprendimento anche virtuali.

A questo link è possibile scaricare il PNSD.

L’Istituto Comprensivo Città di Castiglion Fiorentino sta gradualmente aumentando le dotazioni tecnologiche nei 10 plessi di cui è costituito. Ha partecipato al piano nazionale scuola digitale introducendo le Lim in molte classi sia della scuola primaria che della scuola secondaria . Ha promosso l’accesso alla Rete Internet realizzando cablaggi Wifi e Wlan in molti spazi delle scuole.

Nell’anno scolastico 2012/2013 l’istituto, con il plesso G.Ghizzi , è risultato una delle tre scuole vincitrici della regione Toscana per SCUOLA 2.0 aggiudicandosi un premio di 200 000 euro. 

Scuola 2.0 che si propone di realizzare degli ambienti di apprendimento nei quali è previsto un utilizzo costante e diffuso delle tecnologie nelle attività della classe. Il progetto Scuola 2.0 propone di realizzare un’innovazione avanzata della didattica, che coinvolge, in particolar modo, tutti gli alunni e gli insegnanti della Scuola Primaria Ghizzi. Il progetto ha come obiettivo di sfruttare tutte le potenzialità del digitale riorganizzando e rimodulando gli ambienti e gli scenari di apprendimento, al fine di favorire il successo formativo.

Due classi della Scuola Primaria A. Valdarnini hanno ottenuto il finanziamento per Classe 2.0 che si propone di realizzare degli ambienti di apprendimento nei quali è previsto un utilizzo costante e diffuso delle tecnologie mobili e fisse nelle attività delle classi. 

L’Istituto è stato selezionato per il PROGETTO ATELIER CREATIVO “CreAttività” (Rif. PNSD Azione #7 MIUR Avviso prot. n. 5403 del 16/03/2016) .

Questo è rivolto alle scuole di ogni ordine e grado dell’ Istituto Comprensivo, coinvolge le realtà culturali e associative di volontariato del territorio e si apre alla partecipazione della cittadinanza.

L’Atelier avrà sede nella Scuola Secondaria di I grado, situata nel centro storico, Via Dante, n. 11.

L’Atelier è uno spazio innovativo, flessibile e modulare nel quale gli alunni potenziano la creatività usando le tecnologie in modo corretto, il luogo dove sviluppare il punto d’incontro tra manualità, artigianato, creatività e tecnologie.

È il luogo dove la didattica laboratoriale è momento d'incontro essenziale tra sapere e saper fare, tra lo studente e il suo territorio di riferimento.

Negli Atelier la didattica si fa attiva grazie all’incontro tra il fare tradizionale e il supporto di un “tappeto digitale” (condizioni digitali comuni a tutti gli atelier da implementare nella scuola), insieme ad altre strumentazioni: stampanti 3D, scanner 3D, kit per la robotica educativa, per il coding e il pensiero computazionale, per il making, il thinkering e l'elettronica educativa. Le tecnologie però non devono avere un ruolo esclusivo: nel laboratorio la fantasia e il fare si incontrano, coniugando tradizione e futuro, recuperando pratiche e innovandole in un’ottica di costruzione di apprendimenti trasversali.

La proposta per l’Istituto Comprensivo è quella di creare un Atelier standard, in collaborazione con le risorse del territorio, perché più adatto a cogliere i bisogni formativi ed educativi del PTOF e perché permette agli alunni l’acquisizione di competenze di base trasversali più ampie. Il progetto è stato inoltre orientato all’inserimento di attività e proposte utili all’inclusione di alunni disabili, BES, DSA e in situazioni di disagio socio-familiare, perché consente di offrire proposte in un clima di cooperazione e collaborazione tra studenti, insegnanti, famiglie, Partner coinvolti, Associazioni di volontariato, mondo delle tradizioni artigianali.

 

Letto 292 volte Ultima modifica il Mercoledì, 05 Luglio 2017 08:59
Altro in questa categoria: « Progetti Secondaria PON FESR 2014-20 »
Top